In questi giorni di isolamento causa coronavirus ho cercato quale semplice cocktail potesse allietare la giornata…..

Ti’ Punch è un vero e proprio rito, accompagna la vita quotidiana e scandisce il ritmo delle giornate tanto che il primo della mattina è chiamato decollàge.

Il Ti’ Punch è il cocktail  semplice tipico dei caraibi francesi, Martinica, Guadalupa e Marie-Galante. un cockail che rinvigorisce e scalda il cuore, da degustare lentamente meditando sul futuro.

La ricetta tradizionale prevede che in un piccolo tumbler si versi su ghiaccio del Rhum Agricòle Blanc, dello sciroppo di zucchero di canna e si sprema uno spicchio di citron vert, versione locale del lime.

In realtà è difficile tracciare una combinazione unica di questi ingredienti, per le diverse modalità e tradizioni fra le isole e anche perché da quelle parti ti portano tutto l’occorrente al tavolo, per cui le versioni diventano infinite.

Sicuramente la quantità di zucchero è fondamentale, è il gioco sull’equilibrio finale del drink, ognuno sa perfettamente come lo vuole, non una goccia in più , non una in meno.

Lo stesso vale per il citron vert: il piccolo e profumatissimo lime con i semi è spremuto solo in gocce a discrezione.

Un piccolo segreto è invertire la classica ricetta, miscelando prima lo zucchero con il succo di lime, aggiungere poi il Rhum Agricòle Blanc (vi consiglio il rhum Clemnet Canne Blue o il rum  Karukera blanc ) e degustarlo prima senza ghiaccio, che poi aggiungerete dopo il primo sorso.

Aromi di canna da zucchero, fruttati e vegetali, che in equilibrio con le essenze citriche sprigionano una dolcezza unica e la persistenza in bocca è infinita.

Sull’isola di Guadalupa il Ti’ Punch è un vero e proprio rito, accompagna la vita quotidiana e scandisce il ritmo delle giornate tanto che il primo della mattina è chiamato decollàge…. e come racconta qualcuno è meglio e più salutare di tanti energy drink.

Per miscelare il ti’ Punch potete usare un cucchiaino oppure Il bois lèlè ( o bwa-lélé in creolo ) è un rametto della pianta Turbinata Quararibea della famiglia Bombacaceae che alla estremità ha un piccolo nodo con 3 o 5 bracci.

E’ molto aromatico e decorativo e si usa per mescolare il Ti’ Punch.

Altre varianti riguardano i Punch fatti con rhum Arrangè, vale a dire quei Blanc è stata aggiunta in infusione della frutta tropicale, passion fruit, cocco, guava, banane.

Con Rhum Rhum, potente ed intenso, nasce invece il rito del C’Punch come lo vedreste bere dal maestro C’apovilla tra le sue botti a Grand Bourg. Niente zucchero e solo la scorza del lime, nemmeno una goccia di succo, solo gli olii essenziali strizzati nel bicchiere. Per sentirne la potenza, proponetelo prima senza ghiaccio, che poi aggiungerete dopo il primo sorso.
Aromi di canna da zucchero, fruttati e vegetali, che in equilibrio con le essenze citriche sprigionano una dolcezza unica e la persistenza in bocca è infinita