Come nascono e come fumano le pipe in pannocchia, le leggendarie pipe delle tribù indiane.

Prodotte della americana Missouri Meerschaum Company ecco le risposte ai dubbi degli appassionati ed i consigli per fumare le pipe in pannocchia.

Molti appassionati fumatori di pipa o principianti alle prime armi ci chiedono delle pipe in pannocchia che proponiamo in tabaccheria Toto13.

Sono molte le domande che ci fanno…. Come vengono fabbricate? quanti modelli vengono prodotti dalla Missouri Meerschaum Company? quanto durano nel tempo? quale tabacco è il migliore da usare con le pipe in pannocchia?

Queste economiche pipe sono molto famose e riscuotono a buona ragione un notevole successo.

Sono leggere, economiche, informali, adatte ai novizi alle prime armi.

Una delle principali caratteristiche delle pipa in pannocchia è la sua capacità assorbente, caratteristica per la quale molti fumatori la preferiscono a pipe in altro materiale in quanto permette di ottenere delle fumate molto asciutte.

Qualche fumatore asserisce anche che la pipa in pannocchia “respiri” durante la fumata, assorbendo e rilasciando gli aromi del tabacco rendendo in questo modo la fumata più ricca.

Vediamo ora qualche risposta ai quesiti che ci vengono posti.

Come nasce una pipa in pannocchia:

Il primo passo per la fabbricazione delle pipe in pannocchia è quello di crescere e raccogliere il mais.

Quando la Missouri Meerschaum ha iniziato la produzione, nel 1860, erano adoperate pannocchie di ogni genere, ma, in anni più recenti, ha  commissionato all’Università del Missouri lo sviluppo di un seme di mais che donasse pannocchie più adatte a questo uso.

Oggi, la Missouri Meerschaum Society possiede vaste estensioni di terreno agricolo, nelle quali coltivano il loro mais.

Dopo la raccolta, il mais viene stoccato in attesa di essere sgusciato: questa operazione è compiuta con una macchina d’epoca datata 1878.

Le pannocchie vengono poi stoccate al terzo piano della fabbrica per due anni: questo periodo di invecchiamento le rende più dure e asciutte e più adatte al tabacco da pipa.

Una volta pronte a diventare pipe, le pannocchie vengono  lavorate e classificate in base alle loro dimensioni: queste determinano quale tipo di pipa si otterrà.

In seguito, ogni pezzo viene lavorato al tornio.

Ogni macchina produce una forma diversa: famosissima è la Legend, meno conosciuto il modello denominato Mizzou.

Alcune pipe, come le Mac Arthur e le Country Gentleman, sono lavorate manualmente, perché più grandi e meglio rifinite.

Il passo successivo è il “finissaggio”: si applica una pasta a base di gesso sulla superficie esterna del fornello e le teste semilavorate vengono poi lasciate asciugare per un giorno, prima della levigatura che le renderà lisce.

Le teste per le pipe meno costose sono lavorate più sommariamente e disposte su griglie ad asciugare.

Le teste delle pipe in pannocchia  che saranno adoperate per fabbricare i pezzi più pregiati sono poste su mandrini che ruotano all’interno di una cabina di verniciatura, dove vengono rivestite con lacca.

Una volta asciutte, inizia il montaggio.

I cannelli, generalmente in legno di pino, sono tinti e poi fissati alla testa: dopo l’applicazione del bocchino e un’ultima rifinitura, le pipe sono pronte per l’imballaggio e la spedizione.

Nonostante le apparenze, se ben fumate, queste pipe possono durare anni: il loro vero punto debole è però il bocchino, costruito in materiale plastico piuttosto scadente.

Da qualche anno, tuttavia, sono disponibili bocchini aggiuntivi in ebanite, cumberland o in altri materiali: di qualità decisamente superiore, sono studiati per essere applicati a diversi modelli.

I più conosciuti sono i Forever Stem di Walker Briar Works.

Modelli prodotti da Missouri Meershaum:

Missouri Meershaum produce oltre quindici modelli differenti, con rispettive varianti curva/diritta

Missouri Pride, il modello più classico e probabilmente più diffuso all’estero. La finitura è di tipo “naturale”. Non presenta l’inserto in legno. E` disponibile nella versione diritta e curva. E` dotata di filtro. Testa slanciata con pareti del fornello sottili.

Pony, Mizzou, Eaton e Mini (o Miniature) sono i modelli più piccoli, tutti senza filtro e disponibili sia in versione naturale che laccata; colore chiaro, sia diritte che curve. I bocchini possono essere sia neri che colorati e trasparenti.

Legend, con filtro, con caratteristiche simili alla Missouri Pide ma con finitura liscia.

Washington, simile alla Missouri Pride, con la differenza di avere una finitura liscia o ‘varnished’, chiara. Con filtro.

Great Dane, nella versione Spool o Egg, sia curve che diritte, tutte con finitura liscia chiara. Tutte con inserto in legno. Tutte con filtro. La versione Egg presenta una testa con pareti molto spesse.

Diplomat, altra pipa classica della Missouri Meerschaum, caratterizzata da pareti fornello molto spesse, finitura liscia chiara, con filtro e con inserto in legno. Sia diritta che curva.

Country Gentleman, a forma di botticella con finitura liscia colorata, con filtro. Sia curva che diritta. Caratterizzata da spessori delle pareti del fornello piuttosto sottili. Sprovvista di inserto.

Patriot, con la testa a forma di funghetto, con finitura liscia colorata. Provvista di inserto. Non ha filtro.

General, curva o diritta, con filtro e con inserto in legno è caratterizzata da testa e fornello molto alti. Finitura liscia chiara.

98M Mac, pipa che si richiama al celebre modello disegnato per il Generale Douglas MacArthur in realtà differisce da esso nelle dimensioni sia del cannello che della testa. In finitura naturale e priva di inserto. Non ha filtro. Diritta. Il cannello è caratterizzato dalla macchia scura che richiama le canne di fiume.

99M Mac, versione curva della 98M. Finitura liscia chiara. Anch’essa senza filtro e senza inserto.

Freehand, Pipa con il fornello dalle dimensioni generose, viene prodotta dal personale più esperto. Priva di filtro, e con inserto in legno. E` l’unica con bocchino in ebanite. Finitura liscia colorata. Esiste solo in versione curva. Disponibile anche con targa da collezione. E` la più costosa delle pipe in pannocchia.

Ozark Mountain, sono le uniche pipe non in pannocchia prodotte dalla Missouri Meerschaum. In legno con finitura ‘ciliegio’ o ‘acero’. Curve o diritte. Con filtro.

Il diametro dei fornelli, ad eccezione del modello Freehand, è di 17 o 20 mm.

Durata e tabacchi da utilizzare:

Le pipe in pannocchia hanno un gusto peculiare che si sposa molto bene con i tabacchi trinciati a base di Burley ma non mancano gli estimatori di tabacchi aromatizzati che le fumano con gusto.

Per la durata nel tempo dipende più dal fumatore che dalla pipa. Usando alcuni particolari accorgimenti e se si osservano dei normali tempi di riposo, la pipa in tutolo può dare soddisfazioni lunghe una vita.

Al contrario, non osservare questi accorgimenti può accorciare notevolmente la vita della pipa, a cause di bruciature premature del fornello o a causa di rigonfiamenti e rotture dovuti ad eccessivo assorbimento di umidità.

Esistono molti fumatori che asseriscono di possedere pipe che continuano ad essere fumabili dopo quaranta o cinquanta anni di meritata carriera.

Ma è anche vero che una pipa in tutolo datata e molto usata può avere una apparenza molto vissuta.

Queste pipe americane sono entrate nell’immaginario collettivo, che le associa a personaggi storici del calibro del generale Mac Arthur, a personaggi di fantasia come Braccio di Ferro, ma anche a non meglio identificati contadini statunitensi.

La pipa di mais è stata inventata nel 1869 da un ingegnoso contadino del Missouri partendo da delle pannocchie di mais molto duro che fece essiccare per mesi.

Per creare il fornello della pipa, le divise in vari pezzi e le svuotò dal midollo.

Passò la testa al torchio e con la carta vetrata per renderla levigata.

Infine inserì un bocchino di bambù.
Come hai visto fabbricare una pipa di mais è facilissimo: puoi provare tu stesso a casa.

Personalmente te lo sconsiglio: il mais si deteriora facilmente e dopo pochi mesi la pipa è da buttare.

Per questo viene definita pipa usa e getta.