Conservare perfettamente un sigaro non è facile! Spesso è troppo secco o troppo umido, bisognerebbe vivere ai caraibi per avere l’umidità giusta per i sigari…

Dopo aver visto i piccoli segreti per far partire il nuovo Humidor per sigari appena comprato approfondiamo ora le basilari nozioni per la giusta conservazione dei sigari in casa.

Spesso sorgono problemi su dove conservare il sigaro ed a che umidità.

Qui cerchiamo di dare brevi risposte ai problemi della conservazione dei sigari.

La corretta conservazione dei sigari è condizionata da diversi fattori: luce, temperatura ed umidità.

I sigari non dovrebbero mai essere esposti direttamente ai raggi ultravioletti.

Per questo alcune case avvolgono i sigari o i toscani nel cellophane.

La luce infatti decolora il rivestimento del sigaro rendendolo meno elastico, ne modifica la composizione molecolare e ne facilita la rottura.

La temperatura e umidità di conservazione del sigaro.

La temperatura ha un ruolo importante per quanto riguarda la conservazione dei sigari in quanto ne influenza la percentuale di umidità, da qui il termine di percentuale relativa (U.R.).
I cubani vanno conservati ad una U.R. compresa tra il 65 ed il 70%. La temperatura di conservazione deve essere compresa tra i 16° ed i 20°.

E’ consigliabile utilizzare una temperatura di conservazione più alta di 18° per i sigari di pronta fumata.

I toscani possono venir conservati tranquillamente senza far troppo caso all’umidità anche se ultimamente si stanno apprezzando umidificati, in questo caso il consiglio è quello di tenerli ad una Umidità Relativa compresa tra il 60 ed il 75%.

Una umidità relativa inferiore al 60% seccherà eccessivamente i sigari privandoli velocemente degli oli che li rendono “vivi”, la capa sarà facilmente soggetta a crepe e fratture durante l’apertura della testa, i sapori tenderanno al secco ed all’acido.

Una umidità relativa RH. superiore al 75% falserà irrimediabilmente le qualità organolettiche dei sigari restituendo fumate amare, con sentori ammoniacali r gravi difficoltà di combustione e tiraggio.
I sigari sono composti da materiali biodegradabili per cui la loro durata non è illimitata.

Se ben conservati però, i sigari possono durare a lungo e persino migliorare nel tempo.

Attualmente abbiamo trovato una novità per la perfetta conservazione dei sigari il Cigsor.

Il Cigsor è uno strumento innovativo che ci permette di mantenere sotto controllo umidità e temperatura dei sigari conservati nel’umidore.

Categorie conservazione sigari.

Ci sono tre grandi categorie per la conservazione dei sigari.

Il sistema STATICO è il sistema classico di umidificazione.

Questo sistema si basa su una spugna imbevuta di acqua demineralizzata che evaporando gradualmente determina l’umidità all’interno dell’umidor, principalmente se di piccole dimensioni.

Il sistema DINAMICO è un sistema di umidificazione elettronico o elettromeccanico.

Questo sistema è in grado di mantenere costante il grado di Umidità relativa impostato tramite un igrometro.

Il sistema REFRIGERATO è il più preciso ed affidabile per la conservazione dei sigari in quanto può mantenere costanti sia i valori relativi all’umidità che quelli relativi alla temperatura mediante l’utilizzo di un compressore o di celle termoelettriche.

Attualmente molti dei problemi relativi alla conservazione del sigaro sono stati risolti da un nuovo strumento: le buste Boveda regolatrici d’umidità.

Questa tecnologia che ha rivoluzionato la conservazione dei sigari, dei prodotti alimentari, musicali ed elettronici è ora disponibile per gli appassionati Italiani di sigari cubani.

Boveda, creatore di una popolare marca di inserti di umidificazione, ha annunciato un accordo di fornitura a lungo termine con gli accessori del sigaro società Xikar.

L’alleanza tra Boveda e Xikar risolve numerosi problemi agli appassionati di sigari.

BOVEDA 72% risolve il problema di conservare perfettamente i sigari alla giusta umidità.

BOVEDA 65% mantiene stabile l’umidità all’interno delle scatole per sigari.

BOVEDA 69% da 60 grammi inserito all’interno del contenitore mantiene l’umidità relativa costante e se necessario aggiunge o assorbe l’umidità al fine di mantenere costante il valore al 69% (+/- 1%).

Boveda permette di conservare i profumi dei sigari per lunghissimo tempo senza modificarne le proprietà e impedendo la formazione di muffe.

Il giusto contenuto di umidità massimizza il colore, il sapore, l’aroma, l’efficacia oltre a stabilizzarne il peso.

Per approfondimenti vi rimandiamo ad un nostro articolo presente nel blog di Tabaccheriatoto13.com  

Quindi si possono risolvere i problemi relativi al mantenimento dei sigari in due modi:

  1. Prima soluzione, attrezzandosi con umidor di qualità, strumenti tecnologici quale Boveda.
  2. Seconda soluzione, lasciare che sia il tabaccaio di fiducia scrupoloso ed attrezzato a conservare i sigari passando più spesso a trovarlo per provare le novità.

Prima di salutarvi vi rimandiamo al prossimo articolo per le basilari regole di degustazione dei sigari….. e all’articolo di come posizionare gli strumenti che generano l’umidità all’interno della scatola dei sigari.