Dal Mestro distillatore Vittorio ‘Gianni’ Capovilla una grappa sperimentale di vinacce d’amarone dal Forno e Tabacco Kentuky Italiano. Un mix seducente ed esplosivo.

 

Distillati Capovilla grappa Tabacco
Distillati Capovilla grappa Tabacco

Vittorio ‘Gianni’ Capovilla è mondialmente riconosciuto come uno dei migliori, se non il migliore, distillatore del mondo, in particolare per la sua passione: i distillati di frutta, per i rum e per le grappe.

Capovilla definisce le sue buonissime grappe come l’espressione nobile di un prodotto “povero”.

Grappa bacco e tabacco”, è ottenuta mediante distillazione in doppio passaggio in piccoli alambicchi in rame a bagnomaria di vinacce d’amarone successivamente rinforzate con foglie di tabacco Kentuky.

Le vinacce sono scelte per il bassissimo tenore di solforosa e sono vinacce di Romano Dal Forno, famoso produttore d’amarone, si ottiene il primo distillato.

Nel distillato di Amarone vengono aggiunte le foglie di tabacco.

Il prodotto viene distillato una seconda volta.

Vittorio ha fatto dell‘eccellenza della materia prima e della purezza dei distillati la sua vera ragione di vita.

Il risultato sono appunto grappe e distillati purissimi, da veri intenditori.

Etichetta grappa Tabacco Capovilla
Etichetta grappa Tabacco Capovilla

Si utilizzano foglie di tabacco Kentucky affumicato, provenienza italiana, per la precisione veneta, che viene usato per produrre i due “toscani” italiani fatti a mano: il Toscano originale e il Moro.

Dopo la doppia distillazione il distillato viene messo in barrique francesi per 4 anni.

Viene poi imbottigliato diluito con acqua di sorgente e portato alla gradazione di 46% vol. senza aggiunta di zuccheri, aromi od altro.